Italian rider Fabio Aru of the Astana Pro team celebrates as he crosses the finish line to win the 20th stage of the 98th Giro d'Italia cycling tour over199 km from Saint-Vincent to Sestrieres, 29 May 2015. ANSA/DANIEL DAL  ZENNARO

Sestriere: il successo di Aru nel 2015 e la crisi di Contador

Per poco il Colle delle Finestre non costava il successo rosa ad Alberto Contador. Lo scorso anno, infatti, il Pistolero di Pinto ha preso il via nella penultima tappa del Giro d’Italia con un vantaggio rassicurante sul sardo Fabio Aru (+ 4’37”) e sul basco Mikel Landa (+ 5’15”). Eppure, nei 18,5 km chilometri di ascesa verso la Cima Coppi della passata edizione, tutte le certezze dello scalatore spagnolo hanno vacillato e l’attacco del tandem dell’Astana a pochi chilometri dalla vetta, sull’affascinante strada sterrata, rischia di fare saltare il banco.

Landa si sacrifica per il suo capitano Aru e a due chilometri dal traguardo del Sestriere, il Cavaliere dei 4 Mori si invola verso il secondo successo di tappa consecutivo dopo quello del giorno precedente a Cervinia. Contador arriva stremato a 2’27” ma riesce a salvare la maglia rosa e ventiquattr’ore dopo potrà stappare lo spumante sul podio di Milano.

Una tappa a dir poco epica, che sarà possibile rivivere in prima persona il prossimo 24 luglio, prendendo parte alla seconda edizione della Gran Fondo Sestriere – Colle delle Finestre, una sfida che i cicloamatori non possono proprio rifiutare. La Val Susa e la Val Sangone con i loro splendidi scorci vi aspettano, non vi resta che iscrivervi e cominciare ad allenarvi per essere pronti a fronteggiare una delle montagne che ha scritto pagine di storia della corsa rosa.