Fabio Aru a Sestriere. Alle sue spalle la pista olimpica del Colle.

Fabio Aru e le emozioni del Sestriere

«L’emozione di ripercorrere gli ultimi chilometri che portano al Sestiere è un qualcosa di unico. Ogni volta che ci passo in bicicletta, mi vengono i brividi: vincere qui, come ho detto diverse volte anche ai miei compagni, è stato qualcosa di magico e ogni tanto vado a cercare i video su internet per rivedermela». Queste le parole di Fabio Aru nel ricordare il successo nella splendida penultima tappa del Giro d’Italia 2015.

Da quel giorno, lo scalatore sardo dell’Astana, che proprio al Colle del Sestriere sta preparando il suo primo Tour de France con i compagni dell’Astana Pro Team, ha avuto anche di tornare sul Colle delle Finestre, laddove partì la sua impresa: «La scorsa estate mentre mi allenavo per la Vuelta l’ho fatto tutto. Quest’anno, invece, ne ho fatto solo un pezzo però sicuramente resta nel mio cuore».

E voi amatori potrete vivere le stesse emozioni del Cavaliere dei Quattro Mori iscrivendovi alla Granfondo La Marmotte Colle delle Finestre – Sestriere che partirà e si concluderà a Sestriere, con la possibilità di scegliere tra il percorso lungo (117,7 km con 3200 metri di dislivello) o il medio (93 km con 2400 metri di dislivello). In entrambi i percorsi i partecipanti avranno la possibilità di scalare il mitico Colle delle Finestre: 18,5 km di cui gli ultimi 7,8 di strada sterrata.